• blog@coesitalia.eu

Roma, scandalo ambulanze: sirene solo per saltare le code

  • 4

4 Comments

marco

Ottobre 12, 2019at 7:52 pm

Come si può fare per risolvere il problema?? Semplice ritiro patente con sanzione al conducente ,confisca del veicolo un paio d’anni,multa salatissima all’associazione o ditta privata,e vedrete che insistendo alla fine qualcosa si potrebbe risolvere.Ma si sa che il gioco sarebbe troppo semplice.

    MAX

    Ottobre 12, 2019at 8:23 pm

    Bravo Marco 😉

    Ernesto

    Ottobre 14, 2019at 5:11 pm

    Se è confiscata non viene più restituita ( giudice a parte), basterebbe fermo amministrativo molto lungo.
    Ritiro di patente con revisione della stessa e pesante sanzione pecuniaria all’autista, fermo del veicolo e pesantissima sanzione pecuniaria al proprietario del veicolo.
    Su mezzi convenzionati vietare uso logo 118 oppure concedere logo 118 con ben evidenziato “veicolo in convenzione” ( ma chi è in strada non ha idea della differenza.)
    Il vero problema è che poi non siamo più credibili quando siamo veramente in emergenza, questo è uno dei motivi per i quali non bisognerebbe appaltare a esterni i servizi di soccorso extra-ospedaliero 118/112

Beppe

Ottobre 13, 2019at 3:55 pm

Certo MARCO, così funzionerebbe.

E non si pensi che queste cose accadono solo a Roma, perchè ho l’impressione che accadono anche qui al Nord, specialmente a Milano dove spesso noto passare delle ambulanze con sirene e girofari accesi senza che sul mezzo vi sia il caratteristico logo di AREU che mi risulta solo le ambulanza convenzionate per il soccorso di emergenza possono portare appiccicato alla carrozzeria.

Leave a Reply

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Archivi

6 visitatori online
6 ospiti, 0 membri
Numero max di visitatori odierni: 31 alle 08:45 am UTC
Mese in corso: 157 alle 11-04-2019 10:15 am UTC
Anno in corso: 456 alle 05-30-2019 08:54 pm UTC
Complessivo: 675 alle 08-06-2018 12:51 am UTC